Una bellissima cartolina

637
visualizzazioni

una bellissima cartolina ricevuta dal socio Gregorio Granata dal congresso ICCF di Llandudno in Galles. Perché l’immagine ce l’ho io? perché Gregorio, sorpreso e grato per averla ricevuta, desidera ringraziare tutti i firmatari della stessa, a cominciare dalla delegata ASIGC L.M. Tinjacá che di suo pugno ha scritto i saluti.

Luz Marina e Gregorio nel 2017 si sono affrontati in una partita per e-mail nell’Open Internazionale di Scacchi del Viceré.

Tra le firme si vedono quelle del francese Eric Ruch (presidente ICCF), altre leggibili: GM Jason Bokar (USA), Wim van Vugt (Olanda), Hans Baumgartner (Svizzera), SIM Gerhard Binder (Germania), CCM Ehud Kisch (Israele), Dinand Knol (Sudafrica), Dennis Doren (USA), Kim Jensen (Danimarca), GM Artis Gaujens (Lettonia). Seguono una quindicina di firme illeggibili.

La cartolina riproduce scene di epoca vittoriana a Llandudno e Conwy. Sono due affascinanti città situate sulla pittoresca costa settentrionale del Galles. Llandudno era una delle località preferite dalla regina Vittoria, che regnò in Gran Bretagna e Irlanda dal 1837 (da quando aveva 18 anni) fino alla sua morte avvenuta il 22 gennaio 1901. Nei suoi ultimi 24 anni fu anche Imperatrice d’India. Conwy è situata di fronte a Llandudno, sulla sponda opposta del fiume che pure si chiama Conwy, località famosa per lo strepitoso castello fortificato, costituito da otto torri principali e cinto da possenti mura sostenute da 13 torri minori, fatto costruire da re Edoardo I tra il 1283 e il 1287.

Llandudno è la località dove la Alice nel Paese delle Meraviglie di Lewis Carroll veniva in vacanza. Seguendo le “orme” del bianconiglio, incise in medaglioni di ferro incastonati nelle strade, è possibile scoprire la città e le statue in legno in omaggio alla celebre favola. E’ l’ennesima dimostrazione dell’abilità tutta inglese di fornire intrattenimento partendo dal nulla, noi italiani non riusciamo a fare altrettanto neppure con i tesori veri che abbiamo. L’ Alice Town Trail è una “caccia alla tana” ideata dall’Ente Turismo di Llandudno, dove è possibile acquistare una mappa del percorso; se preferite è possibile scaricare un’applicazione gratuita sul cellulare e seguire quella, ma la grande maggioranza dei turisti si diverte a seguire le orme del bianconiglio sopra citate, che li porteranno in giro per le vie di Llandudno, incontrando le statue in legno dei vari personaggi, fino all’Happy Valley, un parco pubblico dove è possibile vedere persino un cerchio druidico.

M. Sampieri

CONDIVIDI