C.D. ASIGC 2018/18-19-20-21-22

224
visualizzazioni

I principali provvedimenti recentemente approvati o finalizzati dal Consiglio Direttivo:

  1. 31 ottobre. 69° Finale C.I.A. “C.C.M. Gianfranco Pecis”.
    Su proposta dei Soci Colucci, Petrillo e Savoca, il Consiglio Direttivo decide di intitolare la Finale del 69° Campionato Italiano Assoluto al Socio CCM Gianfranco PECIS, recentemente scomparso. Gianfranco per oltre quarant’anni ininterrotti à stato una colonna dell’Associazione, sempre collaborativo e disponibile; inoltre, è stato il primo (non solo in Italia, ma anche in ambito ICCF) a proporre, circa trent’anni fa, un avveniristico (allora) sistema di gioco a distanza via etere (purtroppo non accettato dal CD dell’epoca). Si decide inoltre:

    • la premiazione con una targa della “miglior partita” (su proposta del Consigliere Castellano); la Direzione del torneo comunicherà i particolari direttamente ai concorrenti;
    • la raccolta delle partite di Gianfranco, da parte del Responsabile Archivio partite, che le invierà ai partecipanti.
  2. 6-11 novembre. Dimissioni Consigliere Emanuelli Simoncini, nomina Consigliere Calio’.
    Il Consigliere Renato Emanuelli Simoncini comunica le proprie dimissioni, per motivi personali, dal C.D. e dalle Commissioni Tecnica e Revisione regolamento elettorale. Accertato che le stesse sono effettivamente irrevocabili:

    • il C.D. ringrazia vivamente Renato sia per il grande, instancabile e sempre precisissimo lavoro svolto in questi dodici mesi da Consigliere; sia per aver confermato la sua disponibilità (ovviamente accettata) a proseguire la collaborazione, esterna al CD, negli incarichi di Archivista partite e, sinche’ possibile, responsabile dell’Anagrafica storica.
    • il Socio C.C.M. Avv. Mario Filippo Calio’, primo dei non eletti alle ultime elezioni, subentra in Consiglio Direttivo e viene nominato nelle due citate Commissioni.
  3. 20 novembre. Attestati di merito dei “Friendly matches”.
    Quando i matches amichevoli a squadre erano postali, l’incaricato del settore preparava e spediva “Attestati di merito” a  tutti i giocatori che ottenevano almeno 1,5/2. Da quando c’è il webserver, quindi l’ASIGC sostiene direttamente la spesa , con l’ICCF, per le partite dei matches (per renderle gratuite per tutti i Soci partecipanti), e nel contempo sono state ridotte al minimo le quote d’iscrizione ai tornei normali, questi attestati sono stati aboliti. Ora il Socio Vincenzo Zaccaria si è offerto di provvedere personalmente alla preparazione di un adeguato “Attestato”, con la collaborazione grafica del Consigliere Mirko Trasciatti, e successivamente alla compilazione ed invio per email (quindi a costo zero). Di conseguenza gli “Attestati di merito” saranno di nuovo inviati agli aventi diritto. La gestione diretta del settore è delegata (in base all’art. 16 dello Statuto) al Vice Presidente e Responsabile Marketing, Maurizio Sampieri,
  4. 22 novembre. Codice identificativo socio.
    Ai Soci ASIGC sono sinora attribuiti due diversi codici identificativi:

    • l’ID ICCF, utilizzato ed indispensabile per entrare nel webserver e quindi giocare sia i tornei ICCF che quelli ASIGC; nonché per la preparazione dello Yearbook ed altre attività gestionali.
    • il codice ASIGC, che ormai non ha più i risvolti pratici di un tempo, escluse alcune attività d’ufficio di competenza del CD (per le quali quindi talvolta e’ stato/può esser richiesto ai soci).

    Allo scopo di proseguire al massimo nella semplificazione, nello snellimento amministrativo dell’Associazione, e soprattutto di evitare a tutti i Soci ogni e qualsiasi incombenza burocratica evitabile (come appunto dover ricordare/conservare e gestire un codice ormai non più direttamente necessario), il CD decide, a maggioranza (5-3), l’abolizione del codice ASIGC a decorrere dal primo gennaio 2019, utilizzando da quella data esclusivamente l’ID ICCF. Il quale sarà fornito, ove necessario, ad eventuali soci che non ne fossero ancora in possesso. A favore del provvedimento i Consiglieri: Dosi, Calio’, Castellano, Mastrojeni, Sampieri. Contro, i Consiglieri: Graziani, Ruggeri Laderchi e Trasciatti, con la motivazione: “‘identità di associazione, nonché per quei soci che a suo tempo hanno espresso il loro orgoglio per essere il socio xx (ossia a 2 cifre, segno di anzianità)”.

  5. Abolizione tornei ASIGC di classe “A” ed “M” webserver.
    Allo scopo di evitare lunghe attese agli iscritti ai tornei in oggetto, il Consiglio Direttivo ne decide l’abolizione.
    Ai soci che erano in attesa (la cui pazienza si ringrazia) ne sono stati proposti altri (Memorial Troia e Campionati Italiani) che hanno accettato molto favorevolmente.
CONDIVIDI